I sistemi di riferimento geografici

Le regole per i sistemi di riferimento dei dati geografici e nelle applicazioni GIS

sistemi riferimentoI dati e le informazioni prodotti dalla Regione Emilia-Romagna includono spesso dati di tipo geografico (basi dati geo-topografiche, prodotti cartografici o basi dati tematiche). È dunque necessario specificare le modalità di georeferenziazione e in particolare i sistemi di riferimento per garantire la confrontabilità geografica fra dati appartenenti a tipologie, fonti e periodi temporali diversi.
"L'atto di indirizzo e coordinamento tecnico per l'attuazione della legge regionale 24 marzo 2000, n. 20, art. A-27" (Strumenti cartografici digitali e modalità di coordinamento ed integrazione delle informazioni a supporto della pianificazione), approvato con delibera di Consiglio regionale n.848/2003, stabilisce l’adozione di un unico sistema di riferimento.

Il sistema di riferimento a livello nazionale

Il decreto del Presidente del Consiglio dei ministri "Adozione del Sistema di riferimento geodetico nazionale" del 10 novembre 2011:

  • individua lo standard ETRF2000 – 2008.0, del sistema di riferimento geodetico europeo ETRS89, come il sistema di riferimento delle amministrazioni italiane, per i nuovi dati di tipo geografico e territoriale prodotti;

  • stabilisce che i dati delle amministrazioni precedenti a questo standard siano resi disponibili nel sistema di riferimento geodetico nazionale secondo opportune conversioni

Il nuovo frame ETRF2000 è materializzato dalla Rete Dinamica Nazionale (RDN) che rappresenta quindi il sistema di riferimento sul territorio italiano andando a definire il Sistema di Riferimento geodetico nazionale (RDN2008).

La Regione Emilia-Romagna

  • adotta il sistema di riferimento geodetico nazionale RDN2008 quale materializzazione italiana del frame ETRF2008 (ETRS89 nella realizzazione ETRF2000 all’epoca 2008.0);

  • nell’ambito dei prodotti cartografici e delle applicazioni GIS, adotta il sistema di coordinate geografico RDN2008 (6706) e e i relativi sistemi di coordinate proiettate RDN2008 UTM Zone 32N (EPSG:7791) e RDN2008 UTM Zone 33N (EPSG:7792);

  • per supportare le applicazioni GIS e cartografiche su tutto il territorio regionale, estende il sistema di riferimento proiettato RDN2008 UTM Zone 32N (EPSG:7791) al territorio incluso convenzionalmente nel fuso 33;

  • supporta i sistemi di riferimento di maggiore utilizzo in relazione al territorio regionale e alle attività istituzionale degli Enti;
  • rende disponibili diverse metodologie e strumenti per la trasformazione di coodinate tra i sistemi di riferimento in uso sul territorio regionale anche con metodologie di trasformazione ottimizzate;
  • pubblica i servizi cartografici nel sistema RDN2008 UTM32N e nei principali sistemi di riferimento in uso sul territorio regionale.
pubblicato il 2020/05/14 16:15:00 GMT+2 ultima modifica 2022-05-24T17:17:05+02:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?