Modifiche recenti

DBTR - Carta Topografica Regionale 1:25.000 - Light

Rappresentazione speditiva e semplificata, automatica dei contenuti del Database Topografico Regionale release coorente alla scala 1:25.000, con simbologia analoga alla vecchia Carta Topografica Regionale. Versione monocromatica, in formato raster a 400dpi. I metadati di tavola (es. Data di acquisizione, ecc.) sono contenute nel WMS "metadati_raster". L'uso delle moderne tecnologie digitali ne permette un costante aggiornamento.

Ortofoto CGR 2018 RGB

Ortofoto 30 cm. 2018 CGR S.p:a:. Ortoimmagini a quattro bande visualizzabili a colori in RGB, con pixel medio di 30 cm. L'acquisizione delle immagini e stata realizzata nel periodo maggio-settembre 2018, con sensori di tecnologia Pusbroom ADS100 Leica. Nota: consultabili sul web ma dati pieni riservati alla Pubblica Amministrazione.

Ortofoto CGR 2018 IR

Ortofoto 30 cm. 2018 CGR S.p:a:. Ortoimmagini a quattro bande visualizzabili a colori all'infrarosso, con pixel medio di 30 cm. L'acquisizione delle immagini e stata realizzata nel periodo maggio-settembre 2018, con sensori di tecnologia Pusbroom ADS100 Leica. Nota: consultabili sul web ma dati pieni riservati alla Pubblica Amministrazione.

Comune - (COM_GPT) Edizione del 2020

Sono i punti, identificati con le rispettive localita, dei comuni con provenienza del dato dal DB Topografico, successivamente modificati e aggiornati sulla base di: - Legge Regionale 23 novembre 2015, n. 19; Parte Prima n. 43 al B.U.R.E.R. n. 303 del 23 novembre 2015; Alto Reno Terme: nuovo comune costituito mediante aggregazione dei territori dei soppressi comuni di Porretta Terme e Granaglione - Legge Regionale 23 novembre 2015, n. 20; Parte Prima n. 44 al B.U.R.E.R. n. 304 del 23 novembre 2015: Polesine Zibello: nuovo comune costituito mediante aggregazione dei territori dei soppressi comuni di Polesine Parmense e Zibello - Legge Regionale 9 luglio 2015, n. 8; Parte Prima n. 46 al B.U.R. n. 160 del 9 luglio 2015; Ventasso: nuovo comune costituito mediante aggregazione dei territori dei soppressi comuni di Busana, Collagna, Ligonchio e Ramiseto - Legge Regionale 23 novembre 2015, n. 21; Parte Prima n. 45 al B.U.R.E.R. n. 305 del 23 novembre 2015; Montescudo - Monte Colombo: nuovo comune costituito mediante aggregazione dei territori dei soppressi comuni di Montescudo e Monte Colombo - Legge regionale del 19 dicembre 2016, n.23 della regione Emilia-Romagna pubblicata sul B.U.R. n.377 del 19 dicembre 2016 (parte prima), a decorrere dal 1 gennaio 2017 e istituito il nuovo comune di Terre del Reno, mediante fusione dei comuni di Mirabello e Sant'Agostino. Legge Regionale n.13 del 18 luglio 2017, Comune di Alta Val Tidone (PC), fusione dei comuni contigui di Caminata, Nibbiano e Pecorara. RIVA DEL PO: Fusione di Berra e Ro con Legge Regionale n.17 del 5 dicembre 2018; B.U.R n. 379 TRESIGNANA: Fusione di Tresigallo e Formignana con Legge Regionale n.16 del 5 dicembre 2018; B.U.R n. 378 SORBOLO MEZZANI: Fusione di Sorbolo e Mezzani con Legge Regionale n.18 del 5 dicembre 2018; B.U.R n. 380 CARPINETI/CASINA: Procedura di aggiornamento a seguito del D.P.R. n.76 del 24/04/2020

Comune - (COM_GPG) Edizione del 2020 - 5K

Definisce la superficie dei comuni con provenienza del dato dal DB Topografico, successivamente modificati e aggiornati sulla base di: - Legge Regionale 23 novembre 2015, n. 19; Parte Prima n. 43 al B.U.R.E.R. n. 303 del 23 novembre 2015; Alto Reno Terme: nuovo comune costituito mediante aggregazione dei territori dei soppressi comuni di Porretta Terme e Granaglione - Legge Regionale 23 novembre 2015, n. 20; Parte Prima n. 44 al B.U.R.E.R. n. 304 del 23 novembre 2015: Polesine Zibello: nuovo comune costituito mediante aggregazione dei territori dei soppressi comuni di Polesine Parmense e Zibello - Legge Regionale 9 luglio 2015, n. 8; Parte Prima n. 46 al B.U.R. n. 160 del 9 luglio 2015; Ventasso: nuovo comune costituito mediante aggregazione dei territori dei soppressi comuni di Busana, Collagna, Ligonchio e Ramiseto - Legge Regionale 23 novembre 2015, n. 21; Parte Prima n. 45 al B.U.R.E.R. n. 305 del 23 novembre 2015; Montescudo - Monte Colombo: nuovo comune costituito mediante aggregazione dei territori dei soppressi comuni di Montescudo e Monte Colombo - Legge regionale del 19 dicembre 2016, n.23 della regione Emilia-Romagna pubblicata sul B.U.R. n.377 del 19 dicembre 2016 (parte prima), a decorrere dal 1 gennaio 2017 e istituito il nuovo comune di Terre del Reno, mediante fusione dei comuni di Mirabello e Sant'Agostino. Legge Regionale n.13 del 18 luglio 2017, Comune di Alta Val Tidone (PC), fusione dei comuni contigui di Caminata, Nibbiano e Pecorara. RIVA DEL PO: Fusione di Berra e Ro con Legge Regionale n.17 del 5 dicembre 2018; B.U.R n. 379 TRESIGNANA: Fusione di Tresigallo e Formignana con Legge Regionale n.16 del 5 dicembre 2018; B.U.R n. 378 SORBOLO MEZZANI: Fusione di Sorbolo e Mezzani con Legge Regionale n.18 del 5 dicembre 2018; B.U.R n. 380 CARPINETI/CASINA: Procedura di aggiornamento a seguito del D.P.R. n.76 del 24/04/2020

Comune - (COM_GPG) Edizione del 2020 - 5K

Definisce la superficie dei comuni con provenienza del dato dal DB Topografico, successivamente modificati e aggiornati sulla base di:, - Legge Regionale 23 novembre 2015, n. 19; Parte Prima n. 43 al B.U.R.E.R. n. 303 del 23 novembre 2015;, Alto Reno Terme: nuovo comune costituito mediante aggregazione dei territori dei soppressi comuni di Porretta Terme e Granaglione, - Legge Regionale 23 novembre 2015, n. 20; Parte Prima n. 44 al B.U.R.E.R. n. 304 del 23 novembre 2015:, Polesine Zibello: nuovo comune costituito mediante aggregazione dei territori dei soppressi comuni di Polesine Parmense e Zibello, - Legge Regionale 9 luglio 2015, n. 8; Parte Prima n. 46 al B.U.R. n. 160 del 9 luglio 2015;, Ventasso: nuovo comune costituito mediante aggregazione dei territori dei soppressi comuni di Busana, Collagna, Ligonchio e Ramiseto, - Legge Regionale 23 novembre 2015, n. 21; Parte Prima n. 45 al B.U.R.E.R. n. 305 del 23 novembre 2015;, Montescudo - Monte Colombo: nuovo comune costituito mediante aggregazione dei territori dei soppressi comuni di Montescudo e Monte Colombo, - Legge regionale del 19 dicembre 2016, n.23 della regione Emilia-Romagna pubblicata sul B.U.R. n.377 del 19 dicembre 2016 (parte prima), a decorrere dal 1 gennaio 2017 e istituito il nuovo comune di Terre del Reno, mediante fusione dei comuni di Mirabello e Sant'Agostino., Legge Regionale n.13 del 18 luglio 2017, Comune di Alta Val Tidone (PC), fusione dei comuni contigui di Caminata, Nibbiano e Pecorara., RIVA DEL PO: Fusione di Berra e Ro con Legge Regionale n.17 del 5 dicembre 2018; B.U.R n. 379, TRESIGNANA: Fusione di Tresigallo e Formignana con Legge Regionale n.16 del 5 dicembre 2018; B.U.R n. 378, SORBOLO MEZZANI: Fusione di Sorbolo e Mezzani con Legge Regionale n.18 del 5 dicembre 2018; B.U.R n. 380, CARPINETI/CASINA: Procedura di aggiornamento a seguito del D.P.R. n.76 del 24/04/2020

Limite amministrativo - (LAM_GLI) Edizione del 2020 - 100k

Corrisponde all'asse del segno convenzionale, semplificato per scale da 1:50000 a 1:250000, e rappresenta la posizione geometrica della linea di confine., Coincide con il contorno di un'area comunale 100k., Ogni tratto e caratterizzato dal fatto di essere, gerarchicamente, confine di stato, regionale, provinciale o solo comunale, e, nel caso si tratti di limite di stato, dal nome dello stato confinante (ad esempio "Repubblica di S. Marino"), Aggiornamento 2020

Limite amministrativo - (LAM_GLI) Edizione del 2020 - 250k

Corrisponde all'asse del segno convenzionale, semplificato per scale da 1:250000, e rappresenta la posizione geometrica della linea di confine., Coincide con il contorno di un'area comunale 250k., Ogni tratto e caratterizzato dal fatto di essere, gerarchicamente, confine di stato, regionale, provinciale o solo comunale, e, nel caso si tratti di limite di stato, dal nome dello stato confinante (ad esempio "Repubblica di S. Marino"), Aggiornamento 2020

Limite amministrativo - (LAM_GLI) Edizione del 2020 - 25k

Corrisponde all'asse del segno convenzionale, semplificato per scale da 1:10000 a 1:50000, e rappresenta la posizione geometrica della linea di confine., Coincide con il contorno di un'area comunale 25k., Ogni tratto e caratterizzato dal fatto di essere, gerarchicamente, confine di stato, regionale, provinciale o solo comunale, e, nel caso si tratti di limite di stato, dal nome dello stato confinante (ad esempio "Repubblica di S. Marino"), Aggiornamento 2020.

Limite amministrativo - (LAM_GLI) Edizione del 2020 - 5K

Corrisponde all'asse del segno convenzionale e rappresenta la posizione geometrica della linea di confine., Coincide con il contorno di un'area comunale, Ogni tratto e caratterizzato dal fatto di essere, gerarchicamente, confine di stato, regionale, provinciale o solo comunale, e, nel caso si tratti di limite di stato, dal nome dello stato confinante (ad esempio "Repubblica di S. Marino), Aggiornamento 2020

Comune - (COM_GPT) Edizione del 2020

Sono i punti, identificati con le rispettive localita, dei comuni con provenienza del dato dal DB Topografico, successivamente modificati e aggiornati sulla base di:, - Legge Regionale 23 novembre 2015, n. 19; Parte Prima n. 43 al B.U.R.E.R. n. 303 del 23 novembre 2015;, Alto Reno Terme: nuovo comune costituito mediante aggregazione dei territori dei soppressi comuni di Porretta Terme e Granaglione, - Legge Regionale 23 novembre 2015, n. 20; Parte Prima n. 44 al B.U.R.E.R. n. 304 del 23 novembre 2015:, Polesine Zibello: nuovo comune costituito mediante aggregazione dei territori dei soppressi comuni di Polesine Parmense e Zibello, - Legge Regionale 9 luglio 2015, n. 8; Parte Prima n. 46 al B.U.R. n. 160 del 9 luglio 2015;, Ventasso: nuovo comune costituito mediante aggregazione dei territori dei soppressi comuni di Busana, Collagna, Ligonchio e Ramiseto, - Legge Regionale 23 novembre 2015, n. 21; Parte Prima n. 45 al B.U.R.E.R. n. 305 del 23 novembre 2015;, Montescudo - Monte Colombo: nuovo comune costituito mediante aggregazione dei territori dei soppressi comuni di Montescudo e Monte Colombo, - Legge regionale del 19 dicembre 2016, n.23 della regione Emilia-Romagna pubblicata sul B.U.R. n.377 del 19 dicembre 2016 (parte prima), a decorrere dal 1 gennaio 2017 e istituito il nuovo comune di Terre del Reno, mediante fusione dei comuni di Mirabello e Sant'Agostino., Legge Regionale n.13 del 18 luglio 2017, Comune di Alta Val Tidone (PC), fusione dei comuni contigui di Caminata, Nibbiano e Pecorara., RIVA DEL PO: Fusione di Berra e Ro con Legge Regionale n.17 del 5 dicembre 2018; B.U.R n. 379, TRESIGNANA: Fusione di Tresigallo e Formignana con Legge Regionale n.16 del 5 dicembre 2018; B.U.R n. 378, SORBOLO MEZZANI: Fusione di Sorbolo e Mezzani con Legge Regionale n.18 del 5 dicembre 2018; B.U.R n. 380, CARPINETI/CASINA: Procedura di aggiornamento a seguito del D.P.R. n.76 del 24/04/2020

Comune - (COM_GPG) Edizione del 2020 - 250K

Definisce la superficie dei Comuni semplificati per scale da 1:250000, con provenienza dal dato Comune - (COM_GPG) Edizione del 2020 - 5K., Procedura di aggiornamento a seguito del D.P.R. n.76 del 24/04/2020

Comune - (COM_GPG) Edizione del 2020 - 100K

Definisce la superficie dei Comuni semplificati per scale da 1:50000 a 1:250000, con provenienza dal dato Comune - (COM_GPG) Edizione del 2020 - 5K., Procedura di aggiornamento a seguito del D.P.R. n.76 del 24/04/2020

Comune - (COM_GPG) Edizione del 2020 - 25K

Definisce la superficie dei Comuni semplificati per scale da 1:10000 a 1:50000, con provenienza dal dato Comune - (COM_GPG) Edizione del 2020 - 5K., Procedura di aggiornamento a seguito del D.P.R. n.76 del 24/04/2020

Comune - (COM_GPG) Edizione del 2019 - 5K

Definisce la superficie dei comuni con provenienza del dato dal DB Topografico, successivamente modificati e aggiornati sulla base di: - Legge Regionale 23 novembre 2015, n. 19; Parte Prima n. 43 al B.U.R.E.R. n. 303 del 23 novembre 2015; Alto Reno Terme: nuovo comune costituito mediante aggregazione dei territori dei soppressi comuni di Porretta Terme e Granaglione - Legge Regionale 23 novembre 2015, n. 20; Parte Prima n. 44 al B.U.R.E.R. n. 304 del 23 novembre 2015: Polesine Zibello: nuovo comune costituito mediante aggregazione dei territori dei soppressi comuni di Polesine Parmense e Zibello - Legge Regionale 9 luglio 2015, n. 8; Parte Prima n. 46 al B.U.R. n. 160 del 9 luglio 2015; Ventasso: nuovo comune costituito mediante aggregazione dei territori dei soppressi comuni di Busana, Collagna, Ligonchio e Ramiseto - Legge Regionale 23 novembre 2015, n. 21; Parte Prima n. 45 al B.U.R.E.R. n. 305 del 23 novembre 2015; Montescudo - Monte Colombo: nuovo comune costituito mediante aggregazione dei territori dei soppressi comuni di Montescudo e Monte Colombo - Legge regionale del 19 dicembre 2016, n.23 della regione Emilia-Romagna pubblicata sul B.U.R. n.377 del 19 dicembre 2016 (parte prima), a decorrere dal 1° gennaio 2017 è istituito il nuovo comune di Terre del Reno, mediante fusione dei comuni di Mirabello e Sant'Agostino. Legge Regionale n.13 del 18 luglio 2017, Comune di Alta Val Tidone (PC), fusione dei comuni contigui di Caminata, Nibbiano e Pecorara. RIVA DEL PO: Fusione di Berra e Ro con Legge Regionale n.17 del 5 dicembre 2018; B.U.R n. 379 TRESIGNANA: Fusione di Tresigallo e Formignana con Legge Regionale n.16 del 5 dicembre 2018; B.U.R n. 378 SORBOLO MEZZANI: Fusione di Sorbolo e Mezzani con Legge Regionale n.18 del 5 dicembre 2018; B.U.R n. 380

Comune - (COM_GPT) Edizione del 2019

Sono i punti, identificati con le rispettive località, dei comuni con provenienza del dato dal DB Topografico, successivamente modificati e aggiornati sulla base di: - Legge Regionale 23 novembre 2015, n. 19; Parte Prima n. 43 al B.U.R.E.R. n. 303 del 23 novembre 2015; Alto Reno Terme: nuovo comune costituito mediante aggregazione dei territori dei soppressi comuni di Porretta Terme e Granaglione - Legge Regionale 23 novembre 2015, n. 20; Parte Prima n. 44 al B.U.R.E.R. n. 304 del 23 novembre 2015: Polesine Zibello: nuovo comune costituito mediante aggregazione dei territori dei soppressi comuni di Polesine Parmense e Zibello - Legge Regionale 9 luglio 2015, n. 8; Parte Prima n. 46 al B.U.R. n. 160 del 9 luglio 2015; Ventasso: nuovo comune costituito mediante aggregazione dei territori dei soppressi comuni di Busana, Collagna, Ligonchio e Ramiseto - Legge Regionale 23 novembre 2015, n. 21; Parte Prima n. 45 al B.U.R.E.R. n. 305 del 23 novembre 2015; Montescudo - Monte Colombo: nuovo comune costituito mediante aggregazione dei territori dei soppressi comuni di Montescudo e Monte Colombo - Legge regionale del 19 dicembre 2016, n.23 della regione Emilia-Romagna pubblicata sul B.U.R. n.377 del 19 dicembre 2016 (parte prima), a decorrere dal 1° gennaio 2017 è istituito il nuovo comune di Terre del Reno, mediante fusione dei comuni di Mirabello e Sant'Agostino. Legge Regionale n.13 del 18 luglio 2017, Comune di Alta Val Tidone (PC), fusione dei comuni contigui di Caminata, Nibbiano e Pecorara. RIVA DEL PO: Fusione di Berra e Ro con Legge Regionale n.17 del 5 dicembre 2018; B.U.R n. 379 TRESIGNANA: Fusione di Tresigallo e Formignana con Legge Regionale n.16 del 5 dicembre 2018; B.U.R n. 378 SORBOLO MEZZANI: Fusione di Sorbolo e Mezzani con Legge Regionale n.18 del 5 dicembre 2018; B.U.R n. 380

DBTR - Comune - (COM_GPG)

Definisce la superficie di un comune. Rispetto alla versione precedente del 2008, con l'attuazione della Legge 3 Agosto 2009 n. 117, e comprensiva dei Comuni ex Marche della Valmarecchia., Non comprende il processo di fusione dei Comuni, avviato successivamente. E' possibile trovare i Comuni comprensivi di fusioni nell'area di download dei dati e prodotti preconfezionati - ambiti amministrativi - del Geoportale della Regione Emilia-Romagna (vedi link nella sezione Distribuzione).

2017 - Coperture vettoriali uso del suolo di dettaglio - Edizione 2020

Base dati georeferenziata di tipo vettoriale contenente raggruppamenti omogenei di dati riferiti alle varie tipologie di uso del suolo di dettaglio 2017, scala di riferimento 1:10.000. La riclassificazione dell'uso del suolo di dettaglio del 2017, realizzata nel 2019/20, e nata dall'esigenza di fornire caratteristiche di dettaglio per rispondere pienamente alle richieste in campo urbanistico e per il consumo del suolo. Le precedenti versioni infatti avevano un'area minima di 1,56 ettari, mentre le nuove edizioni realizzate con caratteristiche di dettaglio hanno un'area minima di 0,16 ettari e una dimensione minima di 7 metri per gli elementi a sviluppo lineare. L'uso del suolo di dettaglio e stato realizzato mediante l'utilizzo di ortofoto TeA a colori (RGB) e all'infrarosso.

Carta dei suoli - Carta dei suoli di pianura, basso e medio Appennino emiliano-romagnolo, scala 1:50.000 - Edizione 2018

Descrive i suoli e la loro distribuzione geografica nella pianura, in gran parte (93%) del basso Appennino (collina) e una piccola parte (10%) del medio Appennino della regione Emilia-Romagna, alla scala 1:50.000. Ogni singolo poligono (delineazione) della carta dei suoli e identificato da un codice numerico ed e descritto per i suoli che lo costituiscono. Sono delineati in totale 8628 fra poligoni di suolo, di cui 2472 in pianura, 4704 in basso Appennino o collina e 1452 in medio Appennino. I poligoni di suolo hanno un'area media di 587 ha in pianura (minimo 1 ha, massimo 9744 ha), 65 ha in basso Appennino (minimo 1 ha, massimo 2435 ha) e 39 ha in medio Appennino (minimo 1 ha, massimo 1529 ha). Poligoni con distribuzione simile dei suoli costituiscono una unita cartografica (ne sono presenti 711). Sono descritti complessivamente 425 tipi di suolo (210 in pianura, 158 nel basso Appennino, 57 in medio Appennino), classificati in base alla Soil Taxonomy (2010, 2014) e WRB (1998, 2007, 2014).

Siti di campionamento

Tematismi che forniscono le misure della falda superficiale, ossia il livello freatico che si ritrova nei primi 2-3 metri dalla superficie; analisi chimico-fisiche di campionamenti superficiali; rappresentazione puntuale dei valori di concentrazione (espressi in mg/kg) di alcuni metalli/metalloidi nell'orizzonte superficiale dei suoli (top-soil).

Curve di livello - 1:10.000 (Digitale) - Edizione del 1988

Sono curve di livello digitalizzate dalla carta tecnica regionale in scala 1:10000. Coprono una porzione di regione pari a circa 350 sezioni CTR, corrispondenti alla parte montana, per un'estensione di circa 14700 kmq. Sono rilevate ogni 50 metri di quota a partire dai 50 metri sul livello del mare e digitalizzate con metodo incrementale (un punto ogni mm su carta).

Banca dati patrimonio geologico - Geositi punti

Base dati georeferenziata di tipo vettoriale contenente informazioni sulla localizzazione e le caratteristiche dei luoghi di particolare interesse geologico e geomorfologico, il cui valore e principalmente scientifico, paesaggistico e culturale. Questi luoghi formano nell'insieme un corpus definibile come Geositi della Regione Emilia-Romagna, e rappresentano il patrimonio geologico del territorio. I punti identificano o geositi di estensione territoriale limitata, pertanto efficacemente localizzabili con un punto, oppure rappresentano il centroide di geositi con estensione areale piu importante (cartografabile alla scala 1:5000). L'individuazione di queste aree e avvenuta con l'analisi preliminare della cartografia geologica, lo studio di terreno e la schedatura dell'oggetto geologico. Il catalogo raccoglie pertanto i dati relativi ad affioramenti, morfologie, grotte e sorgenti che nel corso dei rilevamenti svolti dal Servizio Geologico hanno restituito dati particolarmente importanti e significativi dal punto di vista scientifico. Tra i geositi sono stati selezionati, in ottemperanza all'art. 3 della L.R. 09/2006, quelli di rilevanza regionale, per i quali e particolarmente importante definire forme di valorizzazione e tutela. I dati raccolti e strutturati mediante il GIS forniscono informazioni sull'ubicazione geografica, sulle caratteristiche geologiche, sulle tutele esistenti, relativamente a tutte le aree, i punti ed i tragitti di osservazione censiti. La banca dati contiene inoltre le fotografie, i testi di approfondimento, le eventuali possibilita di fruizione, le indicazioni bibliografiche e viene continuamente aggiornata in relazione all'evoluzione delle conoscenze, alle dinamiche ambientali e ai mutamenti indotti dalle azioni antropiche. La banca dati dei Geositi costituisce lo strumento base per l'individuazione dei luoghi che presentano aspetti di rarita ed unicita, ove sono presenti importanti testimonianze della storia geologica e geomorfologica del territorio regionale.

Banca dati patrimonio geologico - Geositi aree

Base dati georeferenziata di tipo vettoriale contenente informazioni sulla localizzazione e le caratteristiche dei luoghi di particolare interesse geologico e geomorfologico, il cui valore e principalmente scientifico, paesaggistico e culturale. Questi luoghi formano nell'insieme un corpus definibile come Geositi della Regione Emilia-Romagna, e rappresentano il Patrimonio Geologico del territorio. Le aree identificano geositi con estensione areale cartografabile alla scala 1:5000, oppure geositi di estensione territoriale limitata (localizzabili con un punto), cui e applicato un buffer di 10 metri. L'individuazione di queste aree e avvenuta con l'analisi preliminare della cartografia geologica, lo studio di terreno e la schedatura dell'oggetto geologico. Il catalogo raccoglie pertanto i dati relativi ad affioramenti, morfologie, grotte e sorgenti che nel corso dei rilevamenti svolti dal Servizio Geologico hanno restituito dati particolarmente importanti e significativi dal punto di vista scientifico. Tra i geositi sono stati selezionati, in ottemperanza all'art. 3 della L.R. 09/2006, quelli di rilevanza regionale, per i quali e particolarmente importante definire forme di valorizzazione e tutela. I dati raccolti e strutturati mediante il GIS forniscono informazioni sull'ubicazione geografica, sulle caratteristiche geologiche, sulle tutele esistenti, relativamente a tutte le aree, i punti ed i tragitti di osservazione censiti. La banca dati contiene inoltre le fotografie, i testi di approfondimento, le eventuali possibilita di fruizione, le indicazioni bibliografiche e viene continuamente aggiornata in relazione all'evoluzione delle conoscenze, alle dinamiche ambientali e ai mutamenti indotti dalle azioni antropiche. La banca dati dei Geositi costituisce lo strumento base per l'individuazione dei luoghi che presentano aspetti di rarita ed unicita, ove sono presenti importanti testimonianze della storia geologica e geomorfologica del territorio regionale.

DBTR - Ponte/viadotto/cavalcavia - (PON_GPG)

Opera per il collegamento di mobilità da parti opposte di un fiume, lago, mare, di sovrappasso di altro oggetto o di superamento di zona depressa mediante sopraelevazione dell'infrastruttura a sbalzo o mediante piloni.

2008 - Coperture vettoriali uso del suolo di dettaglio - Edizione 2018

Base dati georeferenziata di tipo vettoriale contenente raggruppamenti omogenei di dati riferiti alle varie tipologie di uso del suolo di dettaglio 2008, scala di riferimento 1:10.000. La riclassificazione dell'uso del suolo di dettaglio del 2008, realizzata nel 2018, è nata dall'esigenza di fornire caratteristiche di dettaglio per rispondere pienamente alle richieste in campo urbanistico e per il consumo del suolo. Le precedenti versioni infatti avevano un'area minima di 1,56 ettari, mentre le nuove edizioni realizzate con caratteristiche di dettaglio hanno un'area minima di 0,16 ettari e una dimensione minima di 7 metri per gli elementi a sviluppo lineare. L'uso del suolo di dettaglio è stato realizzato mediante l'utilizzo di ortofoto AGEA a colori (RGB) e all'infrarosso.

Carte delle proprietà chimico-fisiche - Tessitura dei suoli della pianura emiliano-romagnola - strato 0-30 cm, scala 1:50.000

La carta della tessitura rappresenta la distribuzione areale delle frazioni granulometriche classificate secondo la metodologia USDA (Standard internazionale, rif. Dipartimento di Agricoltura Stati uniti). Ad ogni cella è attribuito un valore % di sabbia, limo, argilla, scheletro e la classe tessiturale USDA. Ogni parametro è accompagnato da una valutazione di attendibilità del valore stimato. La rappresentazione del territorio avviene attraverso una struttura a maglia costituita da celle con lato di 500 m. L'attribuzione dei valori alla cella è il risultato di un'analisi geostatistica applicata alla Carta dei suoli della pianura (scala 1:50.000) e si riferisce ai primi 30 cm di suolo.

Carte Applicative - Carta della conducibilità idraulica satura dei suoli di pianura in scala 1:50.000

La carta descrive la distribuzione areale delle classi di Ksat dei suoli secondo lo schema Soil Survey Manual, 1993 attraverso i poligoni della Carta dei Suoli di pianura in scala 1:50.000. Per ogni poligono è stato calcolato il valore medio ponderato di Ksat sulla base della percentuale di diffusione dei suoli in esso presenti. Tale valore è stato poi classato ai fini della rappresentazione.

Carte Applicative - Carta dei Gruppi Idrologici della pianura emiliano-romagnola

La carta descrive la distribuzione areale dei Gruppi Idrologici dei Suoli attraverso i poligoni della Carta dei Suoli di pianura in scala 1:50.000. Ogni poligono è descritto dalla percentuale di diffusione dei Gruppi Idrologici in esso presenti. I Gruppi Idrologici indicano il comportamento potenziale dei suoli nel generare scorrimento superficiale dell'acqua, secondo la metodologia USDA-NRCS (versione 2009). Quest'ultima si basa sul presupposto che suoli all'interno di una medesima regione climatica che sono simili per profondità, per capacità di infiltrazione, per tessitura, struttura e per profondità della tavola d'acqua, hanno la stessa risposta al runoff cioè allo scorrimento superficiale (capitolo 7 del "National Engineering Hand book", parte 630 versione 2009). In accordo alla metodologia sono presenti quattro gruppi principali, A, B, C e D a runoff potenziale crescente e tre classi duali A/D, B/D, C/D dove la seconda lettera indica la presenza di falda entro 60 cm. La legenda indica il Gruppo Idrologico prevalente nei poligoni, nel caso di coesistenza di due Gruppi prevalenti, le lettere sono separate dal "trattino", es. A-D.

Carte Applicative - Salinità dei suoli della pianura emiliano-romagnola tra 50-100 cm. Prima approssimazione

La carta della salinità descrive lo stato di salinità dei suoli tra 50-100 cm. E' una prima rappresentazione derivata da analisi geostatistica a partire da dati puntuali raccolti nella Banca Dati dei Suoli. La rappresentazione del territorio avviene attraverso una struttura a maglia costituita da celle con lato di 1 Km. La carta contiene informazioni circa: la classe di salinità secondo Soil Survey Manual dell'USDA (Richards, 1954); il valore di conducibilità elettrica dell'estratto in pasta satura (ECe in dSm-1) stimato attraverso l'analisi geostatistica; l'attendibilità della stima, ovvero il grado di affidabilità del valore fornito che permette una corretta interpretazione della Carta.

Carte Applicative - Salinità dei suoli della pianura emiliano-romagnola tra 0-50 cm. Seconda approssimazione

La carta della salinità descrive lo stato di salinità dei suoli tra 0-50 cm. E' una rappresentazione derivata da analisi geostatistica a partire da dati puntuali raccolti nella Banca Dati dei Suoli. La rappresentazione del territorio avviene attraverso una struttura a maglia costituita da celle con lato di 500 m. La carta contiene informazioni circa: la classe di salinità secondo Soil Survey Manual dell'USDA (Richards, 1954); il valore di conducibilità elettrica dell'estratto in pasta satura (ECe in dSm-1) stimato attraverso l'analisi geostatistica; l'attendibilità della stima, ovvero il grado di affidabilità del valore fornito che permette una corretta interpretazione della Carta.
pubblicato il 2019/01/15 19:38:00 GMT+2 ultima modifica 2019-11-07T12:28:12+02:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?