Il territorio dell’Emilia-Romagna: com’era e come - forse - non ricordiamo più

Le foto aeree degli anni 1976-1978, digitali e georeferenziate saranno rese disponibili nei prossimi mesi. La nuova serie di fotogrammi e ortofoto, denominata RER 1976-1978, consentirà di osservare in dettaglio il territorio regionale a fine anni ’70. Come in una “macchina del tempo”.

La Regione acquisterà i dati fotogrammetrici dei voli aerei RER 1976-1978. Digitalizzati, orientati e metadatati, tali dati derivano dalla scansione dei negativi su pellicola che sono serviti per la realizzazione del primo impianto della Carta Tecnica Topografica alla scala 1:5000.

Oltre ai fotogrammi, la fornitura prevede la realizzazione della serie di ortofoto ad alta risoluzione derivate dai fotogrammi stessi. Le ortofoto, in ambiente GIS, mostrano la copertura del territorio regionale relativa al periodo 1976-1978, con ortorettifica e georeferenzione omogenea al prodotto Ortofoto 30cm CGR ©2018.

La serie di ortofoto permetterà di effettuare importanti analisi comparate e misurazioni, anche relative al consumo storico del suolo. Costituirà un efficace supporto alla conoscenza del territorio e alle decisioni in termini di gestione e pianificazione. Osservare in dettaglio il territorio su foto di 40 anni fa, inoltre, potrà anche sollevare curiosità su com’era l'Emilia-Romagna che, forse, non ricordiamo più.

La serie completa di fotogrammi digitali sarà disponibile nei primi mesi del 2021, mentre le ortofoto saranno disponibili nel corso dell’estate 2021.

Alcune informazioni di approfondimento.

La Regione Emilia-Romagna, in base della L.R. N. 24/1975, ha realizzato la prima versione della propria Carta Tecnica Regionale alla scala 1:5000 negli anni dal 1977 al il 1985, effettuando l’interpretazione di circa 10.000 fotogrammi a colori, ripresi con voli aerei del medesimo periodo. 

I fotogrammi, stampati alla scala 1:13.000, sono consultabili presso l’Archivio Cartografico Regionale, sia in forma stampata che in forma digitale, ottenuta da semplici scansioni della stampa effettuata nel 2013. Risultano fra i dati più richiesti per la conoscenza storica del territorio e per effettuare perizie ed atti giudiziari. 

Le pellicole negative originali sono attualmente custodite e conservate presso gli archivi autorizzati della società CGR S.p.A. (Compagnia Generale Ripreseaeree), in ambienti idonei e climatizzati, dotati di dispositivi di sicurezza per consentirne sia la corretta conservazione che l’integrità. 

Tali pellicole, tenendo conto delle specifiche modalità di conservazione e trattamento, del loro stato di senescenza dovuto al tempo e del rischio di ulteriore degrado, non possono essere rese fruibili al pubblico né consultabili. Grazie alle attuali tecnologie di scansione digitale di alta qualità, CGR spa renderà disponibili nuovi fotogrammi digitali, calibrati e con valore di dato geo-topografico digitale. In questo modo, i contenuti informativi dei prodotti originali saranno preservati e pienamente fruibili. La nuova versione digitale, di alta qualità e non ammalorabile, sarà disponibile agli utenti e ai cittadini  presso l'Archivio Cartografico e online sui portali WebGIS e i servizi Web Map Server regionali.

Nelle foto seguenti: esempio di confronto su uno stralcio del territorio di Castelfranco Emilia.

Stralcio RER 76-78

Stralcio RER 2018

pubblicato il 2020/12/01 10:13:00 GMT+2 ultima modifica 2020-12-01T13:13:41+02:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?