Strumenti personali
logo per stampa
top
ER | Home Modifiche recenti

Modifiche recenti

In questa sezione viene presentata una lista degli ultimi elementi (layers, mappe, servizi) inseriti o modificati nel Geoportale.

Resource 1994 - Coperture vettoriali dell'uso del suolo - Edizione 2015
La riclassificazione dell’uso del suolo del 1994, realizzata nel 2015, è nata dall’esigenza di poter effettuare il confronto con gli altri database dell’uso del suolo, in particolare con il DB del 2003 e del 2008, ma anche col DB del 1976. Questo perché nella prima edizione dell’uso del suolo del 1994, che era nata in forma cartacea, era stata presa come riferimento un’area minima più grande (2,25 ettari) e una legenda che inizialmente non era in linea con la classificazione di Corine Land Cover ed era poi stata solo parzialmente adattata ad essa. Grazie a questo processo di riqualificazione si è invece ottenuto un database che ha le stesse identiche caratteristiche dei DB del 2003 e del 2008 sia come area minima, sia come metodo di classificazione ed è quindi perfettamente confrontabile con essi. Anche le potenzialità di confronto con il database di uso del suolo 1976 sono notevolmente migliorate.
Layer 1994 - Coperture vettoriali dell'uso del suolo - Edizione 2010
Base dati georeferenziata di tipo vettoriale contenente raggruppamenti omogenei di dati riferiti alle varie tipologie d'uso del suolo 1994, scala 1:25.000. In questa nuova edizione del 2010 il database dell'uso del suolo del 1994 è stato riorganizzato, per quanto possibile, secondo le direttive del progetto europeo Corine Land Cover (CLC). Questa nuova edizione consente pertanto di effettuare un confronto corretto sia con i database degli anni successivi, sia con quelli degli anni precedenti, che sono stati tutti riclassificati secondo le direttive CLC. La carta dell'uso del suolo costituisce uno strumento prezioso per la conoscenza del territorio ai fini della sua pianificazione e gestione.La necessità di provvedere all'aggiornamento delle informazioni per un tematismo soggetto a mutamenti rapidi nel corso del tempo, ha portato alla reimpostazione dell'originaria cartografia dell'uso del suolo, progettando una seconda edizione che tenesse conto delle dinamiche intense avvenute in campo agricolo e urbano e si avvicinasse agli standards del progetto Corine Land Cover già avviato.
Layer 1994 - Coperture vettoriali dell'uso del suolo - Edizione 2015
La riclassificazione dell’uso del suolo del 1994, realizzata nel 2015, è nata dall’esigenza di poter effettuare il confronto con gli altri database dell’uso del suolo, in particolare con il DB del 2003 e del 2008, ma anche col DB del 1976. Questo perché nella prima edizione dell’uso del suolo del 1994, che era nata in forma cartacea, era stata presa come riferimento un’area minima più grande (2,25 ettari) e una legenda che inizialmente non era in linea con la classificazione di Corine Land Cover ed era poi stata solo parzialmente adattata ad essa. Grazie a questo processo di riqualificazione si è invece ottenuto un database che ha le stesse identiche caratteristiche dei DB del 2003 e del 2008 sia come area minima, sia come metodo di classificazione ed è quindi perfettamente confrontabile con essi. Anche le potenzialità di confronto con il database di uso del suolo 1976 sono notevolmente migliorate.
Layer Limite amministrativo - (LAM_GLI) Edizione del 2018 - 100k
Corrisponde all'asse del segno convenzionale, semplificato per scale da 1:50000 a 1:250000, e rappresenta la posizione geometrica della linea di confine. Coincide con il contorno di un'area comunale 100k. Ogni tratto è caratterizzato dal fatto di essere, gerarchicamente, confine di stato, regionale, provinciale o solo comunale, e, nel caso si tratti di limite di stato, dal nome dello stato confinante (ad esempio "Repubblica di S. Marino") Aggiornamento 2018
Layer Limite amministrativo - (LAM_GLI) Edizione del 2018 - 250k
Corrisponde all'asse del segno convenzionale, semplificato per scale da 1:250000, e rappresenta la posizione geometrica della linea di confine. Coincide con il contorno di un'area comunale 250k. Ogni tratto è caratterizzato dal fatto di essere, gerarchicamente, confine di stato, regionale, provinciale o solo comunale, e, nel caso si tratti di limite di stato, dal nome dello stato confinante (ad esempio "Repubblica di S. Marino") Aggiornamento 2018
Layer Limite amministrativo - (LAM_GLI) Edizione del 2018 - 5K
Corrisponde all'asse del segno convenzionale e rappresenta la posizione geometrica della linea di confine. Coincide con il contorno di un'area comunale Ogni tratto è caratterizzato dal fatto di essere, gerarchicamente, confine di stato, regionale, provinciale o solo comunale, e, nel caso si tratti di limite di stato, dal nome dello stato confinante (ad esempio "Repubblica di S. Marino) Aggiornamento 2018
Layer Limite amministrativo - (LAM_GLI) Edizione del 2018 - 25k
Corrisponde all'asse del segno convenzionale, semplificato per scale da 1:10000 a 1:50000, e rappresenta la posizione geometrica della linea di confine. Coincide con il contorno di un'area comunale 25k. Ogni tratto è caratterizzato dal fatto di essere, gerarchicamente, confine di stato, regionale, provinciale o solo comunale, e, nel caso si tratti di limite di stato, dal nome dello stato confinante (ad esempio "Repubblica di S. Marino") Aggiornamento 2018.
Layer Comune - (COM_GPG) Edizione del 2018 - 250K
Definisce la superficie dei Comuni semplificati per scale da 1:250000, con provenienza dal dato Comune - (COM_GPG) Edizione del 2018 - 5K.
Layer Comune - (COM_GPG) Edizione del 2018 - 100K
Definisce la superficie dei Comuni semplificati per scale da 1:50000 a 1:250000, con provenienza dal dato Comune - (COM_GPG) Edizione del 2018 - 5K.
Layer Comune - (COM_GPG) Edizione del 2018 - 25K
Definisce la superficie dei Comuni semplificati per scale da 1:10000 a 1:50000, con provenienza dal dato Comune - (COM_GPG) Edizione del 2018 - 5K.
Layer Comune - (COM_GPT) Edizione del 2008
Sono i punti, identificati con le rispettive località, dei comuni con provenienza del dato del DB Topografico (COM_GPG).
Layer Unione di Comuni
Rappresentazione cartografica delle Unioni di Comuni. Aggiornato a Febbraio 2017
Resource Carta Escursionistica della Regione Emilia-Romagna 1:5.000 - coperture vettoriali - Edizione 2008
Dalla fine degli anni ottanta la Regione si occupa di cartografia escursionistica: le carte dei sentieri sono infatti considerate un importante strumento divulgativo atto a favorire il turismo montano. Inizialmente si realizzarono i classici prodotti cartacei alla scala 1:50.000, tuttora indispensabili durante le escursioni, ma da qualche anno a questa parte sempre più spazio si sono guadagnati i dati informatizzati. Ecco quindi nascere la base dati "sentieri" che compendia quanto può interessare i camminatori. Questo prodotto mette a disposizione degli utenti, sia che si tratti di escursionisti che di tecnici degli Enti locali, i dati originali nel formato a ciascuno più congeniale.
Layer Comune - (COM_GPT) Edizione del 2018
Sono i punti, identificati con le rispettive località, dei comuni con provenienza del dato dal DB Topografico, successivamente modificati e aggiornati sulla base di: - Legge Regionale 23 novembre 2015, n. 19; Parte Prima n. 43 al B.U.R.E.R. n. 303 del 23 novembre 2015; Alto Reno Terme: nuovo comune costituito mediante aggregazione dei territori dei soppressi comuni di Porretta Terme e Granaglione - Legge Regionale 23 novembre 2015, n. 20; Parte Prima n. 44 al B.U.R.E.R. n. 304 del 23 novembre 2015: Polesine Zibello: nuovo comune costituito mediante aggregazione dei territori dei soppressi comuni di Polesine Parmense e Zibello - Legge Regionale 9 luglio 2015, n. 8; Parte Prima n. 46 al B.U.R. n. 160 del 9 luglio 2015; Ventasso: nuovo comune costituito mediante aggregazione dei territori dei soppressi comuni di Busana, Collagna, Ligonchio e Ramiseto - Legge Regionale 23 novembre 2015, n. 21; Parte Prima n. 45 al B.U.R.E.R. n. 305 del 23 novembre 2015; Montescudo - Monte Colombo: nuovo comune costituito mediante aggregazione dei territori dei soppressi comuni di Montescudo e Monte Colombo - Legge regionale del 19 dicembre 2016, n.23 della regione Emilia-Romagna pubblicata sul B.U.R. n.377 del 19 dicembre 2016 (parte prima), a decorrere dal 1° gennaio 2017 è istituito il nuovo comune di Terre del Reno, mediante fusione dei comuni di Mirabello e Sant'Agostino. Legge Regionale n.13 del 18 luglio 2017, Comune di Alta Val Tidone (PC), fusione dei comuni contigui di Caminata, Nibbiano e Pecorara.
Layer Comune - (COM_GPG) Edizione del 2018 - 5K
Definisce la superficie dei comuni con provenienza del dato dal DB Topografico, successivamente modificati e aggiornati sulla base di: - Legge Regionale 23 novembre 2015, n. 19; Parte Prima n. 43 al B.U.R.E.R. n. 303 del 23 novembre 2015; Alto Reno Terme: nuovo comune costituito mediante aggregazione dei territori dei soppressi comuni di Porretta Terme e Granaglione - Legge Regionale 23 novembre 2015, n. 20; Parte Prima n. 44 al B.U.R.E.R. n. 304 del 23 novembre 2015: Polesine Zibello: nuovo comune costituito mediante aggregazione dei territori dei soppressi comuni di Polesine Parmense e Zibello - Legge Regionale 9 luglio 2015, n. 8; Parte Prima n. 46 al B.U.R. n. 160 del 9 luglio 2015; Ventasso: nuovo comune costituito mediante aggregazione dei territori dei soppressi comuni di Busana, Collagna, Ligonchio e Ramiseto - Legge Regionale 23 novembre 2015, n. 21; Parte Prima n. 45 al B.U.R.E.R. n. 305 del 23 novembre 2015; Montescudo - Monte Colombo: nuovo comune costituito mediante aggregazione dei territori dei soppressi comuni di Montescudo e Monte Colombo - Legge regionale del 19 dicembre 2016, n.23 della regione Emilia-Romagna pubblicata sul B.U.R. n.377 del 19 dicembre 2016 (parte prima), a decorrere dal 1° gennaio 2017 è istituito il nuovo comune di Terre del Reno, mediante fusione dei comuni di Mirabello e Sant'Agostino. Legge Regionale n.13 del 18 luglio 2017, Comune di Alta Val Tidone (PC), fusione dei comuni contigui di Caminata, Nibbiano e Pecorara.
Resource Carta della vegetazione - Valle del Sintria (RA) - Edizione 2004
La carta della vegetazione descrive la distribuzione sul territorio della vegetazione e delle relative caratteristiche biologiche ed ecologiche. Nella carta della vegetazione le aree riferite alle varie tipologie vegetazionali sono indicate mediante sigle mentre i complessi di tipologie simili sono raggruppati coi colori. Per ogni area elementare viene anche espresso il grado di copertura percentuale della vegetazione con simboli grafici. Ogni carta è accompagnata da una legenda che per ogni unità vegetazionale cartografata fornisce informazioni sulla categoria fitosociologica di appartenenza, sulle specie dominanti, sull'habitat e sul grado di artificialità. L'unità minima rappresentata è di 50 m per 50 m.
Resource Carta della vegetazione - Torriana - Sezione 267010 - Edizione 1995
La carta della vegetazione descrive la distribuzione sul territorio della vegetazione e delle relative caratteristiche biologiche ed ecologiche. Nella carta della vegetazione le aree riferite alle varie tipologie vegetazionali sono indicate mediante sigle mentre i complessi di tipologie simili sono raggruppati coi colori. Per ogni area elementare viene anche espresso il grado di copertura percentuale della vegetazione con simboli grafici. Ogni carta è accompagnata da una legenda che per ogni unità vegetazionale cartografata fornisce informazioni sulla categoria fitosociologica di appartenenza, sulle specie dominanti, sull'habitat e sul grado di artificialità. L'unità minima rappresentata è di 50 m per 50 m.
Resource Carta della vegetazione - Tavola 236 - SE Montese - Edizione 1990
La carta della vegetazione descrive la distribuzione sul territorio della vegetazione e delle relative caratteristiche biologiche ed ecologiche. Nella carta della vegetazione le aree riferite alle varie tipologie vegetazionali sono indicate mediante sigle mentre i complessi di tipologie simili sono raggruppati coi colori. Per ogni area elementare viene anche espresso il grado di copertura percentuale della vegetazione con simboli grafici. Ogni carta è accompagnata da una legenda che per ogni unità vegetazionale cartografata fornisce informazioni sulla categoria fitosociologica di appartenenza, sulle specie dominanti, sull'habitat e sul grado di artificialità. L'unità minima rappresentata è di 50 m per 50 m.
Resource Carta della vegetazione - Monte Nero (PC) - Edizione 2004
La carta della vegetazione descrive la distribuzione sul territorio della vegetazione e delle relative caratteristiche biologiche ed ecologiche. Nella carta della vegetazione le aree riferite alle varie tipologie vegetazionali sono indicate mediante sigle mentre i complessi di tipologie simili sono raggruppati coi colori. Per ogni area elementare viene anche espresso il grado di copertura percentuale della vegetazione con simboli grafici. Ogni carta è accompagnata da una legenda che per ogni unità vegetazionale cartografata fornisce informazioni sulla categoria fitosociologica di appartenenza, sulle specie dominanti, sull'habitat e sul grado di artificialità. L'unità minima rappresentata è di 50 m per 50 m.
Layer DBTR - Edificio - (EDI_GPG)
E' una partizione del fabbricato ottenuta sulla base delle differenti tipologie edilizie, introducendo o dividenti architettoniche o dividenti di tipo catastale
Azioni sul documento

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it
loading